La sindrome da accerchiamento


arton4066-f4e48
 

La risposta russa all’avventato attacco militare georgiano in Ossezia del Sud è stata chiaramente sproporzionata come durezza all’insulto ricevuto: una lezione da dare a Tbilisi e indirettamente un avvertimento a chi nella parte opposta (leggi: Nato, Usa e Europa), allargando l’alleanza atlantica verso est, si avvicina sempre di più ai confini russi, sia da un punto di vista politico che militare.

 
— Tratto da Agor@ Magazine
 
Sembrano essere possibili due interpretazioni opposte:
a) la Georgia ha forzato la mano e la Russia ha risposto da par suo
b) la Russia ha colto l’occasione per un attacco già pianificato
 
Alcuni temi:
La Georgia lamentava già da anni sconfinamenti e deliberate violazioni alla propria integrità territoriale, ma quanto c’era di strumentale?
Il Presidente ed il Premier russi, quanto sono graniticamente allineati?
E’ tecnicamente possibile mobilitare 10-15.000 uomini e 150 tank in un giorno?
E’ possibile considerare il governo russo come democraticamente legittimo?
Quanto la situazione odierna è l’effetto dello strabismo dimostrato nei confronti del regime Russo?
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: