Primarie: distruzioni per l’uso


Primarie queste sconosciute. Nel PD si è nel tempo affermato questa abitudine a considerare l’organizzazione delle primarie alla stregua di una Sanremo politica. Ci sono i cantanti (i politici) che cantano la loro canzone, e il pubblico da casa che compone il numero.

Superpaccone! Si poteva accettare che all’inizio questo fosse un abbozzo o uno sgorbietto obbligato dalla mancanza di tempo per organizzare le primarie (quelle vere). Poi si è anche voluto innovare (Italiani poeti cantanti innovatori), introducendo le “primarie di coalizione”.

Fantastico. Io non sono iscritto a nessun partito, mi alzo la mattina, mi va di votare per Renzi e giù a votare Renzi. Una follia bella e buona. Ma non c’è da scherzarci, perché il PD una volta di più potrebbe essere costretto a raccogliere i cocci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: