Lu Santu pifferaio


Sono uno di quelli che si è fatto incantare dal piffero pragmatico di Renzi.

Poi – si sa – Renzi ogni tanto posa il piffero e afferra la durlindana.
Ma siamo sicuri che con il fioretto si riuscirebbe ad uscirne?

Non credo per questo di aver rinunciato alla mia capacità di giudizio, ma finché – pragmaticamente, appunto – mi sembra che le cose che dice e che fa vadano in una direzione che ritengo giusta, non vedo perché dovrei cercare soluzioni diverse.
Ciò detto. Sul bonus degli 80 euro ho sentito di tutto.
L’esercizio del benaltrismo all’ennesima potenza.
Io non sono compreso tra i beneficiari, e non per questo mi reputo benestante, ma – pure – devo riconoscere che c’è gente che sta molto peggio di me, e gli 80 sghei in più al mese se farebbero comodo a me, immagino quanto possano essere mal visti da chi se li vede recapitati in busta paga a partire da Maggio (oddio, della platea che – pure qui, pragmaticamente – si poteva rapidamente individuare; oppure qualcuno avrebbe preferito dare il solito aiutino a pioggia, o peggio includere le immancabili poche migliaia di gioiellieri che denunciano 20k euro l’anno?).

Ora sento gente quasi ridacchiare per la dabbenaggine di chi – sì, come me – pensava che 80 euro dati a chi ne aveva più bisogno, avrebbero potuto tradursi “automaticamente” in più consumi, quindi più PIL, più crescita, un pò di sorriso restituito ai molti che negli ultimi 6/7 anni hanno sempre e solo visto tanti meno?

E però, diciamocelo, ma chi se lo aspettava? Ora che gli 80 euro diventassero tutti e automaticamente consumi diciamo che non era regola certa, ma – diciamo – il 90% se lo aspettavano anche quelli che speravano il contrario.
Certo, da 0,8 a 0,6 fino a -0,2 c’è una bella differenza.
Certo, i numeri che avevano dato a Renzi a Maggio o non erano buoni, o c’è voluto un bel pò di stomaco per leggerli in un modo che oggi appare quasi sconsiderato.
Penso possano esserci due spiegazioni (magari entrambe vere, magari nessuna):
a) il famoso bonus in realtà è andato a parzialmente coprire buchi preesistenti (devo pagare il mutuo, già non ce l’avrei fatta, quindi è come se non mi fosse arrivato niente
b) il famoso bonus “inutile” è andato a controbilanciare una situazione che già era molto peggiore dello stimato e addirittura di quanto abbiamo visto messo nero su bianco dall’Istat (cioè senza bonus saremmo arrivati al -0,3/-0,4).

La nottata deve passare. Speriamo di utilizzare bene questo periodo, altrimenti avremo perso l’ennesima occasione di rinnovarci, sempre nella speranza che l’ennesima alba del nostro stellone (anche se sempre più sbiadito e sempre più distante) non vanifichi tutto (siamo i campioni del “passata la festa, gabbatu lu santu…”).

speculatori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: