Zona Distopica


Mi intrigava la possibilità di scrivere un racconto breve totalmente distopico.

Cioé, rovesciare – per ipotesi – tutto quanto c’è di buono e di bello e costruire così un posto immaginario che riassuma in sé il peggio di tutto lo scibile.

Il peggiore dei mondi possibili, và.

Perfetto. Non fosse che non riuscirei a descrivere tutto il mondo in un racconto e – appunto – per di più breve.

Limitiamoci ad una città allora. Anzi – meglio – un quartiere.

E’ una dimensione più umana, più riassumibile.

Allora prendo il mio quartiere e lo racconto come se fosse…

Ok, lo racconto per come è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: