I vantaggi dell’incoscienza


C’è qualcosa che mi colpisce davvero nelle estati che si susseguono sempre più disastrose, sul fronte delle emigrazioni sempre più inarrestabili dall’Africa e dal medio oriente.

E non sono le sparate di Salvini, o le prese di posizione sclerotizzate di ognuno dei leader e meno leader europei, sempre uguali a sé stesse.

Non mi sorprende l’uscita di Cameron, mi sorpende ancor meno l’atteggiamento di Ungheria, Serbia, Francia.

Anche – a bene vedere – le uscite Italiane (non sempre infondate) possono sorprendere.

Ciò che mi manca è avvertire il dubbio, l’incertezza per il futuro, anche – un  pò – la paura per le decisioni che si devono assumere, che possono significare vita o morte per decine di migliaia di persone.

Come può non assalirci il dubbio rispetto alle nostre convinzioni, quando vediamo che centinaia di migliaia di persone si mettono in viaggio, meglio, scappano, da qualcosa che evidentemente non gli consente più di vivere nella maniera che fino a ieri era accettabile.

E’ la sensazione dello sgomento, di fronte ad un disastro di queste proporzioni, che manca. Quale potrebbe essere lo sgomento di fronte ad un maremoto.

Cerco di capire applicando lo stesso criteria alla mia, di vita.

L’impresa di mettersi in viaggio in maniera rocambolesca, spesso illegale, rischiando la vita, è una prospettiva orribile, ma deve aiutarci a capire quanto le condizioni siano difficili per chi scappa, e da cosa scappa.

In questo non rilevo nessun dubbio. Forse solo la Germania con la Merkel, con il suo annuncio di andare oltre le “regole”, non rimandando indietro i Siriani.

Per gli altri, non per Salvini, non per Cameron, né – diciamolo – per Renzi – trincerato dietro “abbiamo fatto la nostra parte”.

Bene, è evidente che la “nostra parte” non è abbastanza. Magari è più di quanto hanno fatto altri, ma questo è un lento maremoto, e di fronte ad un maremoto semplicemente non si può stare a guardare e prepararsi a lanciare salvagente.

debt-tsunami

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: