Spade biforcute


Altri morti.

Sembra che di sangue non sia mai sazia la terra.

Morti che chiamano morti.

C’è una ragione manifesta che scatena tanto odio, e una più recondita – che poi ne è il vero motore.

Parlare di odio religioso, spiega l’atto criminale di un pazzo che si faccia saltare in aria per portarsi dietro nel suo paradiso quanti più infedeli possibile.

Ma l’obiettivo di chi sobilla e ispira questi “martiri”, non è religioso ma politico.

E il terreno di coltura di quest’odio è creato da noi stessi occidentali.

Quando si sono spartiti quei territori come fossero fette di una torta, tiepidi quando si è trattato di appoggiare le primavere arabe, valutando tornaconti piccoli ma certi, e producendo magari non tutte le volte morti, ma certo vittime.

Ecco perché parlare oggi di guerra è allo stesso tempo improvvido e arrogante.

Improvvido perché si parla di guerra quando in realtà si intende solo bombardare.

Forse si potrebbe parlare di vendetta. Ma vendetta cieca, che finirà per alimentare ancora di più l’ambiente culturale che si intende abbattere. Terrore contro terrorismo. Guarda caso, quello che cerca chi di terrorismo vive e prospera.

Arrogante, perché a bella posta si dimenticano le proprie responsabilità e i propri errori.

Ecco perché oggi – e certo l’obiettivo sarebbe di eliminare tutti i fondamentalisti dalla faccia della terra – si deve partire proprio dagli errori che si sono fatti.

E da un assunto: la democrazia non si esporta, ma si può ben sostenere: il modo più sicuro di difendere le nostre libertà e il nostro benessere, è favorirne lo sviluppo in luogo della tirannia e dell’oscurantismo – anche se talvolta potrebbe apparire ai nostri governanti più conveniente il contrario.

david

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: