Beata innocenza


C’è una caratteristica che è più comune tra noi italiani, rispetto alla media delle altre nazioni.

Il fatto di ritenerci furbi. Smart, Fighi, mettetela come volete.

Chi più chi meno, chiaro.

Anche il sottoscritto, talvolta, è stato preda delle frenesia da “però alla fine…”.

Ovviamente c’è un fondamento, a tutto questo.

L’immagine del turista americano in “Guardie e ladri” di Totò, che acquista la fontana di trevi (o era il colosseo?), ci fa sorridere, ma ci fa sorridere un pochino di più proprio per il fatto che è lontanamente ritenuta “possibile”.

E’ la convinzione di essere vincente da parte dell’Italiano di turno, come risultato della furbizia, non della capacità.

A ben riflettere quest’atteggiamento è – al netto di valutazioni etiche – solo apparentemente vantaggioso. O meglio, è sicuramente vantaggioso nel breve termine e per il singolo.

Alla lunga – invece – un atteggiamento più “ingenuo” se volete chiamarlo così, è più “socialmente” vantaggioso.

Il concetto è: una società basata sulla fiducia (reciproca) funziona in maniera molto più efficiente di una basata sul sospetto.

Qualche esempio? Ce ne sarebbero tanti.

Da noi, che siamo tanto furbi, esistono più livelli di controlli incrociati. Facciamo l’esempio di uno dei più teoricamente inutili: i controlli periodici sulla persistenza dei requisiti di invalidità. E’ chiaro che se una persona ha un’invalidità temporanea, questo abbia senso. Ma che senso abbia fare controlli periodici su un ragazzino con la sindrome di Down, o su un cieco, mi appare molto più oscuro (e anche vagamente offensivo).

Poi mi rispondo.

Il senso c’è – eccome – è il costo dell’essere tanto furbi.

labirinto-Lucca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: