President evil


Nei miei ricordi di ragazzo, mi sorprendeva l’apparente semplicità con cui l’Europa passò da regimi democratici a illiberali e antidemocratici, a partire dagli anni ’20 del secolo scorso.

Mi appariva incomprensibilmente breve e illogico il tragitto che aveva compiuto un intero continente.

Ora capisco che, se non fermato, il giorno per giorno possa farci considerare “normale” e con sufficienza quasi qualunque cosa, mentre alcuni tramite errori e sottovalutazioni favoriscono il crescere del “mostro”. Come possa esserci consegnato in poco tempo un mondo cattivo, fatto di protervia e egoismo. Un posto dove la “reciprocità” è intesa nel senso di “legge del taglione”.

E questo in parte perché comportamenti non collaborativi – per così dire – ispirano sovente emulazione per una parte, e d’altra parte esigono “reciprocità” di trattamento. In senso negativo, s’intende.

E in questo modo – ora lo vedo chiaramente – la soluzione si satura finché basta un niente per far precipitare, giù o indietro secondo i propri punti di vista la situazione globale.

Giù all’inferno, o indietro di quasi cent’anni.

resident-evil-the-final-chapter-logo

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: